Un tragico e vergognoso fatto è stata l'ispirazione per il più famoso e il maggiore successo teatrale mai scritto nella drammaturgia israelita

Lunedì 20 agosto alle 21.30 approda ai Solisti del teatro "VOCI DAL CORTILE", di Edna Mazya con la regia di Enrico Maria Lamanna. In scena Brenno Placido, Elisabetta Mirra, Federico Le Pera, Jacopo Carta e Matteo Bossoletti, musiche originali di Francesco Verdinelli. Lo spettacolo è un Progetto under 35 ed è presentato dalla Golden Show.

Nell'estate dell'86 una violenza orrenda, dolorosa, fu perpetrata a Hibbutz Shomrat nel nord Israele. L'intero paese fu scioccato. 7 ragazzi di circa 17 anni stuprarono ripetutamente una ragazza di 14 anni abusandone sia fisicamente che psicologicamente. Questo tragico e vergognoso fatto è stata l'ispirazione per il più famoso e il maggiore successo teatrale mai scritto nella drammaturgia israelita. Un testo che non solo denuncia la violenza in sé ma pone a confronto uomo/donna donna/uomo amico/amica essere umano/ solitudine... vita.

Oggi in Italia raccontiamo questa storia. 5 Attori che hanno dai 24 ai 28 anni, interpretano il momento e il dopo di una violenza tra rumori notturni, altalene, palloni, giochi di ragazzi violati sotto una luna piena di sangue. E a sorpresa i ragazzi e la ragazza diventano gli avvocati, la difesa, l'accusa del giorno dopo... e un'altalena vuota dondola sola, fa un rumore...come un lamento infinito in cerca di un perché.

Uno spettacolo di grande attualità sia per il tema degli abusi, che per il tema della violenza fisica e psicologica fra minori…

Regia

Enrico Maria Lamanna

Assistenti alla regia

Cecilia Mati Guzzardi e Vladimiro Randazzo

Con Brenno Placido Elisabetta Mirra Federico Le Pera Jacopo Carta Matteo Bossoletti

Scene Chiara Paramatti

Costumi Teresa Acone

Musiche originali di Francesco Verdinelli

Fotografie di Pino Le Pera


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma