Un super classico di uno degli attori più amati e seguiti dal pubblico del Teatro

Zadriskie Point è il nome di un Jazz Café gestito da un artista ipocondriaco, una ballerina zoppa ed un barman sordomuto, ma è anche il punto di vista di Marco Zadra, showman versatile ed elegante, che racconta con una formula vivace e colorata le tappe salienti del difficile percorso intrapreso da un attore brillante affetto da gravi disturbi psicosomatici costretto a muoversi in un mondo, quello dello spettacolo, che lui rifiuta e da cui è rifiutato.

In questo locale vengono ospitati artisti di vario genere.

In preda alle allucinazioni ed agli attacchi di panico, seguito da una improbabile psicologa calabrese di cui è unico paziente, Zadra dà vita ad uno sfogo tragicomico.

Lo ascoltiamo parlare delle terapie tentate, i lavori alternativi per sbarcare il lunario, la solitudine ed il rapporto con il suo unico amico fedele, il suo cane, affetto anche lui da sindrome maniaco depressiva.

Un confronto psicologico tra l'uomo e l'artista, tra la semplicità e la genialità folle, tra la quotidianità e l'ambiguità del mondo dello spettacolo… un confronto capace di suscitare emozioni che troppo spesso rimangono prigioniere nel più profondo dell'animo.

Torna, sul palco della sala diretta da Michele La Ginestra, questo esilarante super classico di uno degli attori più amati e seguiti dal numeroso pubblico del Teatro 7.

Jonglar presenta

Marco Zadra

ZADRISKIE PONT 

scritto e diretto da Marco Zadra

con: Tiko Rossi Vairo e Antonella Salerno

e con: José de la Paz Quello, Gianluca Mandarini, Caterina Meduri, Fredrik Nordsjö, Giulia Zadra

scene e costumi: Francesca Misiti

luci: Gian Marco Cacciani

organizzazione: Alessandro Prugnola

ufficio promozioni: Valeria D'Orazio


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma