La basilica di S. Sabina all'Aventino è universalmente nota come uno degli esempi più imponenti e meglio conservati di architettura paleocristiana.
Non tutti conoscono, però, l'area archeologica custodita al suo interno, aperta al pubblico solo da pochi anni. Sotto il livello del giardino della chiesa, a ridosso delle Mura Serviane, si snoda una rete di sotterranei che comprende resti di una domus, un tempio dedicato a Iside e un complesso termale, realizzati tra il II a. C. e il III d.C. e indagati tra la metà dell' '800 e gli inizi del '900.
Il percorso di visita includerà anche la basilica, che, con il suggestivo chiostro duecentesco e la cella di S. Domenico sistemata da Bernini, ci aiuterà a cogliere le trasformazioni storiche che hanno coinvolto questa parte della città nel passaggio dalla Roma pagana alla Roma cristiana.

La visita sarà tenuta dalla dott.ssa Emanuela Sarracino, Archeologa e Guida Turistica.

Informazioni, orari e prezzi

Appuntamento ore 16,30 all'ingresso del monumento in Piazza Pietro d'Illiria, 1

Costo della visita 7 € - Biglietto di ingresso 4 €

Info e prenotazione (OBBLIGATORIA): 328.8071534

emanuela.sarracino@gmail.com

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate