Visita guidata a numero chiuso (25 max) con "apertura esclusiva e straordinaria"

I sotterranei dell'Isola Tiberina.

Visita guidata a numero chiuso (25 max) con "apertura esclusiva e straordinaria" dei sotterranei dell'Isola Tiberina.

INFO
-La visita sarà condotta da: Cristiana Berto
-Durata: circa 2 ore.
-Accoglienza e registrazioni: da 30' prima, in Piazza San Bartolomeo all'Isola (al centro dell'Isola Tiberina).
-La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma che la visita partirà, se ci sono ancora posti disponibili, se sarà necessario prenotare l'utilizzo di un auricolare per ascoltare la nostra guida in maniera confortevole nel caso in cui il gruppo superasse i 15 iscritti, e soprattutto per essere ricontattati in caso di variazioni. VEDI SOTTO COME PRENOTARE.

DA PRENOTARE IN ANTICIPO
La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma che la visita partirà, se ci sono ancora posti disponibili, se sarà necessario prenotare l'utilizzo di un auricolare per ascoltare la nostra guida in maniera confortevole nel caso in cui il gruppo superasse i 15 iscritti, e soprattutto per essere ricontattati in caso di variazioni. VEDI SOTTO COME PRENOTARE.

PRENOTAZIONI entro venerdì 17 gennaio 2020
via mail a rome4ucristianaberto@gmail.com
o inviando un SMS (se si prenota nelle 24 ore che precedono l'evento) al 3315632913 o 3383435907.
INDICANDO:
data e titolo della visita, nome e cognome di chi effettua la prenotazione, numero dei partecipanti (specificando l'età di eventuali bambini), numero di cellulare e indirizzo mail.
***La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma e per essere ricontattati in caso di variazioni.

DESCRIZIONE
L'Isola Tiberina, 300 mt di lunghezza per 90 di larghezza, un fazzoletto di terra in mezzo al Tevere, testimone e protagonista della storia di Roma. Vanta antichi natali, quelli che scopriremo nei suoi sotterranei.
La basilica di San Bartolomeo conserva nei suoi sotterranei il luogo voluto da Ottone III per la memoria del vescovo di Praga e i resti del tempio di Esculapio, dio della medicina, uno dei più importanti luoghi sacri della Roma repubblicana ed imperiale.
Avremo l'opportunità di visitare la chiesa di S. Giovanni Calibita e di vedere l'originale affresco della Madonna della lampada risalente al XIII sec. Un' antica tradizione lega la storia della confraternita detta dei Sacconi Rossi, all'isola; il loro oratorio, compreso nel convento dei francescani, custodisce un piccolo sepolcreto, un cimitero sotterraneo completamente decorato con le ossa, secondo un gusto barocco, analogo a quello più famoso della cripta dei Cappuccini di via Veneto.
Visiteremo un'Isola sotto l'isola tiberina, nascosta anche agli occhi più attenti.

DISCLAIMER: foto tratte dal Web.
Le foto presenti su questo blog sono state per la maggior parte tratte da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail: romaelazioxte@gmail.com - in modo da ottenere immediata rimozione di dette immagini.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma