Dal Tempio di Claudio alla Chiesa dei S.S. Giovanni e Paolo

Il Celio è uno dei sette colli di Roma, vero e proprio promontorio affacciato sulla valle del Colosseo, inserito nel perimetro cittadino già dai tempi di Romolo. Con la visita guidata si avrà modo di ricostruire la sua secolare storia, rintracciando i resti degli antichi edifici romani nelle successive costruzioni medievali che tutt'ora dominano il colle, come il celebre Tempio del Divo Claudio, costruito nel 54 d.C., e riadattato sotto Nerone a ninfeo della sua Domus Aurea. Oggi è possibile ammirare i resti dell'edificio dalla via Claudia, ma soprattutto dalla chiesa dei Santi Giovanni e Paolo, poiché successivamente riutilizzati come sostegno del campanile e del monastero della chiesa. Quest'ultima, invece, venne eretta intorno alla metà del IV secolo sulle fondamenta di un'antica domus romana, probabilmente di proprietà dei due fratelli Giovanni e Paolo, i quali subirono il martirio proprio all'interno di essa. La chiesa è inoltre costeggiata dal suggestivo Clivus Scauri, una strada che nell'insieme ha conservato l'aspetto antico, con alcuni punti affiancati da abitazioni di età imperiale e sormontata da una serie di arcate medievali. Il Clivus termina con l'arco di Dolabella e ci introduce, infine, davanti ai resti dell'ospedale e del monastero medievale dell'ordine dei Trinitari, legato alla chiesetta di San Tommaso in formis, dove tutt'oggi sopravvive il grandioso portale con mosaici, opera della bottega cosmatesca di Jacopo di Lorenzo.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma