Dalle origini al rastrellamento del 1943

All'estremità meridionale del rione Campo Marzio, il Rione Sant'Angelo era delimitato a nord dall'attuale via delle Botteghe Oscure e a sud dalle sponde del Tevere che fronteggiano l'Isola Tiberina. L'area comprendeva importanti edifici pubblici di età romana e divenne un'importante area strategica nel Medioevo, dove si stabilirono le botteghe di importanti corporazioni (i calcarari, i funari etc.); sorsero inoltre numerose dimore di famiglie baronali e furono risistemate le chiese di più antica fondazione, come quella di Sant'Angelo in Pescheria, nell'area del mercato del pesce. L'area è però oggi in gran parte conosciuta come il Ghetto ebraico di Roma, formatosi nel XVI secolo con la bolla di papa Paolo IV, e demolito alla fine dell'Ottocento. Fu luogo di tradizioni secolari del popolo ebraico e della della città di Roma e teatro di uno degli eventi più drammatici della storia, il rastrellamento del Ghetto.

ESPERIDE RICORDA:
- Come arrivare: Linee bus Atac H, 30, 40, 44, 62, 64, 81, 83, 87, 118, 160, 170, 492, 628,  fermata Aracoeli/piazza Venezia; Metro B, fermata Colosseo (appuntamento di fronte al Ducati Cafè, lato via delle Botteghe Oscure).  Ricordiamo a tutti i soci di presentarsi all'appuntamento mezz'ora prima dell'inizio della visita per chi deve ancora iscriversi all'associazione Esperide, un quarto d'ora prima per i soci iscritti.
- Il noleggio degli auricolari  è obbligatorio.
- Il contributo richiesto è di  9 euro  per i soci già tesserati e di 13 euro per chi deve ancora iscriversi all'associazione. Il noleggio degli auricolari è incluso nel contributo richiesto.
In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, la visita sarà annullata, previo preavviso di almeno due ore prima l'orario di inizio della stessa.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma