Visita guidata organizzata dall'Associazione Esperide

l complesso dei Santi Quattro Coronati, sulle pendici settentrionale del Celio, sorge sui resti di una domus romana di età tardo antica, trasformata in chiesa verso il V secolo. Il sito si presenta ancora oggi come un complesso monastico fortificato, costituito da una basilica e da altri spazi sacri e residenziali. Con il pontificato di Leone IV (847-855), la primitiva aula divenne una grandiosa basilica a tre navate, preceduta da un quadriportico sul quale si innalzava la torre campanaria. All’età carolingia risale inoltre il sistema di fortificazione. Tuttavia, il complesso subì gravi danni durante il sacco dei Normanni nel 1084, così Pasquale II provvide alla ricostruzione, riducendo le dimensioni della basilica e creando in questo modo un secondo cortile: un caso unico a Roma.
Nel 1138 la chiesa venne affidata ai monaci Benedettini che commissionarono la realizzazione del monastero, del chiostro – tra i primi esemplari a Roma – e dell’Oratorio di San Silvestro (1246). Quest’ultimo venne decorato nel 1248 con uno splendido ciclo di affreschi in stile bizantineggiante con Storie di Papa Silvestro e dell’imperatore Costantino I. Questi dipinti rappresentavano un mezzo di propaganda politica per affermare la superiorità del papato sull’impero; a volerli fu papa Innocenzo IV , all’epoca in lotta con l’imperatore Federico II.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma