sabato 31 agosto (ore 14,45)
visitabile solo su prenotazione:
massimo 15 partecipanti

Dopo vent’anni di chiusura al pubblico e la conclusione dei restauri, la Sovraintendenza capitolina ha finalmente riconsegnato allo sguardo dei visitatori il noto sepolcro romano. La scoperta del mausoleo degli Scipioni risale al 1780, quando scavando nella cantina della vigna dei fratelli Sassi, ci si imbatté nei resti del monumento, posto a poche centinaia di metri prima di Porta San Sebastiano, lungo l’antica via Appia. Si conserva qui la memoria di una gloriosa famiglia romana, gli Scipioni: un ramo della gens Cornelia che fece la storia della Res Publica, annoverando insigni personaggi come Scipione l’Africano, vincitore su Annibale, e Scipione l’Emiliano, distruttore di Cartagine. La tomba, scavata nella roccia, fu realizzata da Lucio Cornelio Scipione Barbato, verso il 280 a.C., ed ospitò le spoglie di una trentina di illustri componenti della gens, divenendo, già alla fine del II secolo a.C., un vero e proprio museo di gusto ellenistico, destinato a perpetuare il ricordo degli Scipioni.

Informazioni, orari e prezzi

Appuntamento: sabato 31 agosto alle ore 14,45, in via di Porta San Sebastiano 9.
Contributo visita: 7 euro + 4 euro (biglietto di ingresso, 3 euro biglietto ridotto).

Informazioni e prenotazioni: Associazione Culturale Trasecoli 345.2899851 / info@trasecoli.it
Vi ricordiamo che la prenotazione alle visite è obbligatoria.

LA TESSERA ASSOCIATIVA È ANNUALE, COMPRENSIVA DI ASSICURAZIONE,
OBBLIGATORIA, E DEL COSTO DI 1 EURO. LA PARTECIPAZIONE ALLE VISITE DEVE ESSERE COMUNICATA TELEFONICAMENTE
AL NUMERO INDICATO O TRAMITE E-MAIL.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate