A distanza di 110 anni dalla sua partecipazione all'Esposizione Internazionale d?Arte del 1911, Gustav Klimt torna in Italia.
Un evento espositivo che segna il ritorno in Italia di alcuni dei suoi capolavori provenienti dal Belvedere Museum di Vienna, dalla Klimt Foundation e da collezioni pubbliche e private come la Neue Galerie Graz.
La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l'Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d'epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia.
Oltre a opere iconiche come la famosissima Giuditta I, Signora in bianco, Amiche I (Le Sorelle) e Amalie Zuckerkandl è possibile ammirare anche prestiti del tutto eccezionali come La sposa della Klimt Foundation e Ritratto di Signora, trafugato dalla Galleria Ricci Oddi di Piacenza nel 1997 e recuperato fortunosamente nel 2019.

Socio relatore: Isabella

Informazioni, orari e prezzi

Appuntamento: Piazza San Pantaleo, all'ingresso della mostra
Barriere architettoniche: assenti
GreenPass: obbligatorio rafforzato
Amici a 4 zampe: non ammessi

Quota di partecipazione per i Soci: Intero: € 25,00; U25, possessori di MICard, insegnanti e giornalisti, over 65: € 23,00; Portatori di handicap e accompagnatori: € 12,00; minori accompagnati da famigliare: € 10,00; U6: gratis
PAGAMENTO ANTICIPATO: alla prenotazione verrà fornito IBAN per il pagamento che dovrà essere effettuato entro le 24 ore successive. Solo il pagamento tempestivo conferma la prenotazione

Il gruppo sarà composto da massimo 25 persone.
Prenotazione obbligatoria. Le adesioni vanno compilate online: https://bit.ly/35N2Xzv

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate