L'Acquedotto Felice, passeggiando lungo le sue arcate per scoprire i segreti "der Dio Mandrione".

Le arcate del primo acquedotto costruito a Roma dopo la caduta dell'Impero romano ci accompagneranno alla scoperta di un luogo onirico legato alla memoria "der papa Tosto" - papa Sisto V, e del quartiere del Mandrione, immortalato dai racconti di Pier Paolo Pasolini e dalle note di Gabriella Ferri, che cantava di un "Dio impossibile".  

*La visita guidata fa parte del ciclo "Roma da vivere", dedicato alla conoscenza di quartieri "vissuti", non più solo dormitori, ma cuore vero e pulsante della nostra città.

QUANDO
Domenica 13 giugno 2021

INFO
-La visita sarà condotta da: Luisa Delle Fratte, storica dell'arte in possesso dell'abilitazione di guida turistica della Provincia di Roma.
-Durata: circa 2 ore.
-Accoglienza e registrazioni: da 30' prima, in Via Tuscolana 692 (davanti al Ristorante-Osteria "Seinovedue" a Porta Furba, 10 minuti a piedi dalla fermata Metro A "Arco di Travertino").
-***La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma e per essere ricontattati in caso di variazioni. VEDI SOTTO COME PRENOTARE.

DESCRIZIONE
Le arcate dell'acquedotto voluto da papa Sisto V (Felice Peretti Montalto), ci accompagneranno alla scoperta di un luogo onirico legato alla memoria "der papa Tosto", che lo fece costruire a partire dal 1574 per approvvigionare i nuovi quartieri sorti fra i colli del Quirinale, Viminale ed Esquilino, con le acque captate nelle campagne di Zagarolo e Palestrina.
In quest'area archeologica, un tempo immersa nella campagna romana, trovarono dimora a partire dagli anni cinquanta, centinaia e centinaia di baracche, una sorta di "quartiere residenziale di poveri" arroccato tra i reperti archeologici dell'acquedotto Felice e i binari di una ferrovia. Della "baraccopoli" oggi smantellata, restano tracce d'intonaco, carta da parati e maioliche a rivestire le volte e gli archi di case improvvisate sulle note della fantasia, ma soprattutto la memoria dei suoi abitanti come descritti da Pasolini e immortalati in immagini d'epoca: "ragazzini immersi nel fango lurido che mandano bacetti ai passanti".
Una visita, imperdibile, per non dimenticare lo spettro di un "passato" scomodo, e la paura del degrado che accompagna il "presente" delle borgate romane.  

Foto tratta in rete (scatto anonimo)

Informazioni, orari e prezzi

h 18.00

COSTO
Contributo associativo per partecipare alla visita guidata:
Adulti: €10
Ragazzi (14-17 anni) €6
Bambini (6-13 anni) €3
Bambini (0-5 anni) gratis
+ auricolare €2.

NOTA BENE
Contributi di partecipazione, quote sociali e donazioni, sono i principali strumenti di sostentamento per un'associazione no-profit: questi servono a coprire le spese annuali organizzative, amministrative e di gestione ordinaria e a mantenere in vita il progetto sociale e culturale portato avanti dal direttivo, consentendo di organizzare e promuovere sempre nuove attività per tutti i soci.

Sconto: €1 di sconto per ciascun partecipante (bambini e adulti).
Per ottenere lo sconto dovrete specificare al momento della prenotazione il nome del portale in cui avete letto di questa visita.

PRENOTAZIONI consigliate ENTRO IL GIORNO PRIMA
via mail a romaelazioxte@gmail.com
o inviando un SMS (se si prenota nelle 24 ore che precedono l'evento) al 3463708478, oppure al 3383435907.  
INDICANDO:
data e titolo della visita, nome e cognome di chi effettua la prenotazione, numero dei partecipanti (specificando l'età di eventuali bambini), numero di cellulare e indirizzo mail.
***La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma che la visita partirà, se ci sono ancora posti disponibili, se sarà necessario prenotare l'utilizzo di un auricolare per ascoltare la nostra guida in maniera confortevole nel caso in cui il gruppo superasse i 15 iscritti, e soprattutto per essere ricontattati in caso di variazioni.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate