Visita ad uno dei quartieri più rappresentativi del XX secolo a Roma

E.U.R., acronimo di Esposizione Universale Romana, è uno dei quartieri più rappresentativi dell'architettura e dell'urbanistica del XX secolo a Roma. L' EUR doveva rappresentare la nuova avanguardia espositiva del regime fascista degli anni 30, purtroppo mai conclusa a causa delle questioni belliche. Uscita vincente dall'elezione che la decretò come prescelta tra le capitali mondiali, Roma si preparò a ospitare l'Esposizione Universale del 1942, mettendo su carta un progetto, denominato E42, a misura delle ambizioni propagandistiche dell'allora capo di stato Benito Mussolini. Il quartiere si sviluppò secondo una rigida idea di ordine e simmetria, rappresentato dalle asettiche strutture di stile costruttivistico, assi viari ortogonali dei grandi viali e forme geometriche perfette; oltre a essere specchio delle novità apportate dalla mente dei più grandi architetti italiani, il nuovo quartiere avrebbe dovuto celebrare non solo l'Esposizione Universale ma anche il ventesimo anniversario della marcia su Roma, come un vero e proprio carro vittorioso e trionfalistico della storia italiana. Quello che oggi rimane del grandioso progetto è un impianto solido urbanistico unico nel suo genere in tutto il tessuto cittadino romano, incrementato nella sua modernità dai grandi palazzi vetrati dello skyline progettato negli anni '60.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma