Una visita guidata organizzata dall'Associazione Esperide

Tra la fine del'400 e la prima metà del '500 Roma divenne il teatro delle ambizioni aristocratiche, dove le ricche famiglie si contendevano il primato delle decorazioni più lodevoli delle facciate dei palazzi di loro proprietà, coinvolgendo i migliori artisti dell'epoca come Polidoro da Caravaggio, Maturino da Firenze, ma anche Daniele da Volterra e il più celebre Raffaello. Il fenomeno delle facciate dipinte con pregevoli opere d'arte a graffito e ad affresco, esploso nell'età del Rinascimento e del Manierismo per poi curiosamente scomparire del tutto in età barocca, coincise con il voler simboleggiare il prestigio nobiliare, attraverso la rappresentazione delle illustri storie del mondo antico e della mitologia classica, nelle quali le ricche famiglie volevano identificarsi. Sebbene si tratti di un'arte effimera, poiché soggetta all'azione corrosiva del tempo, alcuni prospetti decorati sopravvivono ancora oggi nelle vie del centro storico della città. La nostra passeggiata tra le vie dei rioni Ponte e Parione, permetterà di scovare la bellezza di questi antiche decorazioni che ancora documentano lo splendore della Roma del Rinascimento. 

La durata della visita guidata sarà di circa 1h30, inizierà in piazza Fiammetta e terminerà in via dei Banchi Vecchi.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma