Visita guidata ad un sito che viene aperto solo su prenotazione a gruppi

Il palazzo è oggi sede dell'Hotel Columbus e dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Costruito alla fine del XV sec. per volere del cardinale Domenico della Rovere, è tradizionalmente attribuito a Baccio Pontelli. Ispirato al prospetto turrito di Palazzo Venezia, presenta ambienti interni, organizzati attorno a un ampio cortile su doppio livello, con giardino e loggiato. Vi si conserva un prezioso ciclo di affreschi opera del Pinturicchio e della sua scuola, importante testimonianza del passaggio dagli stilemi medievali a quelli rinascimentali. Capolavoro assoluto del Pinturicchio, il cosiddetto Soffitto dei Semidei, decorato da 63 formelle dipinte su carta e incollate nei lacunari lignei, in cui l'artista raffigurò creature mitologiche e animali fantastici dai diversi significati filosofici e mitologici derivate dai "bestiari medievali". Nel XVII secolo, il palazzo divenne sede della Confraternita dei Penitenzieri, ordine istituito allo scopo di prevenire la vendita delle indulgenze e garantire a tutti i pellegrini il sacramento della confessione.

Palazzo dei Penitenzieri e il soffitto dei Semidei.

Il Palazzo dei Penitenzieri della Rovere viene aperto solo su prenotazione a gruppi (minimo 10 partecipanti) accompagnati da storici dell'arte iscritti nell'albo delle guide turistiche della Provincia di Roma.

La visita sarà condotta da: Cristiana Berto, storica dell'arte, esperta di arte ed iconografia medievale, in possesso dell'abilitazione di guida turistica della Provincia di Roma.

Durata: circa 2 ore.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma