Realizzato nel 19 a.C. per rifornire le terme di Agrippa nel Campo Marzio, unico degli 11 antichi acquedotti romani ad essere tutto sotterraneo prima d’entrare in città. Continuerà a portare acqua alla capitale anche dopo il 537 d. C,quando Vitige, re degli Ostrogoti, taglierà tutti gli altri acquedotti che giungevano a Roma su arcate.
Restaurato e potenziato dai papi del rinascimento andrà ad alimentare palazzi nobiliari e numerose fontane pubbliche. Le purissime acque sorgive situate all’VIII miglio della via Collatina, dopo un lungo ed ampio giro, raggiungevano gli Horti Luculliani prima di tuffarsi giù per le pendici del Pincio. La nostra visita seguirà le condotte di questo magnifico acquedotto dalla mostra di via S Sebastianello fino a giungere alle Terme d’Agrippa, soffermandoci a descriverne i resti archeologici, nonché le magnifiche fontane e fantanelle da esso alimentate.

Docente: Michela Rosci

Appuntamento: Piazza di Spagna, all’incrocio con Via del Babbuino

Informazioni, orari e prezzi

Orario d’inizio: h 21.00
accoglienza e registrazioni da 30’ prima

Durata: circa 2 ore

Info: www.romaelazioperte.blogspot.com

Contributo associativo:
€8 adulti; €4 (13-17);
€2 (6-12); gratis (0-5)

Prenotazioni:
3383435907;
romaelazioxte@gmail.com

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate