La principale testimonianza archeologica di edilizia abitativa intensiva di Roma antica, oggi visibile a sinistra della scalinata d’accesso di S. Maria in Ara Coeli, alle pendici nord-occidentali del Campidoglio. Tra il 1928 e il 1930, durante i lavori di risistemazione del quartiere e le operazioni di demolizione della Chiesa di S. Rita da Cascia in Campitelli, apparvero i resti di una precedente chiesetta medievale, detta di S. Biagio de Mercato, della quale restano oggi l’abside, un arcos­­­olio del XIV secolo e un campanile romanico. Tra le strutture che vennero alla luce ai piedi della collina la più notevole è sicuramente quella del complesso dell’insula, un antico caseggiato a più piani (almeno quattro) del II sec. d.C. Il rinvenimento di questo “condominio dell’antichità” nel cuore di Roma offrì agli archeologi la preziosa testimonianza materiale di una tipologia abitativa, già ben nota per Ostia antica, diffusa certamente nella capitale, ma raramente conservata. Nella popolosa Roma del II secolo d.C. la maggior parte degli abitanti viveva, infatti, in appartamenti e vani in affitto all’interno di affollatissime palazzine. Ciascun romano, a seconda delle proprie disponibilità economiche, si concedeva un alloggio più o meno confortevole, fino a chi, secondo lo storico Svetonio, era disposto a vivere “sub tegulis”. Facendoci aiutare in questa suggestiva visita dall’abilità descrittiva di autori come Marziale e Giovenale, esploreremo le stanze dell’insula per comprendere alcuni degli aspetti fondamentali della vita quotidiana di un abitante della Roma di quasi duemila anni fa.

Appuntamento: domenica 1 settembre alle ore 11, ai piedi della scalinata della chiesa di S. Maria in Ara Coeli

Informazioni, orari e prezzi

Ore 11.00
Contributo visita: 7 euro + 4 euro di biglietto di ingresso al monumento (3 euro ridotto).

Informazioni e prenotazioni:
Associazione Culturale Trasecoli 345.2899851
info@trasecoli.it
La prenotazione alle visite è obbligatoria

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate