Immersi nella natura, vivremo la magia di camminare sulle antiche acque di Portus, il Porto Imperiale di Roma.
Potremo passeggiare sulle antiche banchine dove venivano scaricate le merci, provenienti da ogni parte dell'Impero.
Attraverseremo l'antico canale d'imbocco, in direzione del grande bacino esagonale, immaginando ormeggiate le possenti imbarcazioni dalle grandi vele quadrate... i rematori abili e addestrati... i capitani pronti a sfidare i mari:
"... Il ritmo di remata era scandito dal Pausarius, il marinaio preposto a "portare il ritmo". Egli si serviva di un martello, le cui percosse davano il ritmo, oppure di un canto in esametri.
Si calcola che l'intero canto equivaleva a 3 minuti di navigazione, dopodiché si iniziava da capo, ma molto dipendeva dalla velocità di intonazione dell'hortator, il quale poteva modularla a seconda delle necessità. In ogni caso, l'utilità del canto era pratica e, a livello psicologico, distraeva dalla fatica e dava coraggio..."
Un viaggio che ci porterà ad apprezzare un sito troppo importante per restare ancora così poco conosciuto...

GUIDA : Alba cell. 3478211642

APPUNTAMENTO:
Alle ore 10.30 all'ingresso della città di Portus in Via Portuense 2360, antistante il civico 2329, sotto il viadotto di via dell'Aereoporto di Fiumicino .
Consiglio per il parcheggio:
A pochi metri di distanza dal luogo dell'appuntamento, sarà possibile usufruire del parcheggio che si trova di fronte il Cimitero di Fiumicino, sempre su via Portuense.

COSTO DELLA VISITA :
*€10 intero
*€5 sconto bambini da 6 a 18 anni
*Pacchetto famiglia : 1 gratuito per il secondo figlio.
Al fine di rendere più agevole a visita guidata e nel rispetto della distanza di sicurezza, è necessario il noleggio di auricolari (rigorosamente sanificati) al costo di 2,00 a persona

INFO E PRENOTAZIONI:
Si richiede l'invio di una mail a:
10guidesofrome@gmail.com oppure un SMS o Wattsapp al numero 3478211642
*Si raccomanda il rispetto delle regole di distanziamento e l'uso della mascherina.
*L'accesso al sito sarà consentito solo a chi è in possesso della certificazione verde (supergreen pass) Il personale potrà richiedere, oltre al certificato in formato digitale o cartaceo, anche il documento d'identità, al fine di verificarne l'effettiva titolarità. 

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate