Una magnifica villa forse progettata dal Borromini e con affreschi ispirati alle grandi opere poetiche italiane
La villa Giustiniani al Laterano, detta anche "villa Massimo", dal nome dei successivi proprietari, era una villa seicentesca che si estendeva tra le attuali via Merulana, via Tasso, viale Manzoni e piazza San Giovanni in Laterano. Voluta dal marchese Vincenzo Giustiniani, principe di Bassano e depositario della Camera Apostolica, dopo aver acquisito nel 1605 un terreno coltivato a vigna, vi fece erigere una dimora sfarzosa.
Passata in mano ai Massimo nel 1803, le tre sale della dimora lato giardino vennero affrescate dai Nazareni: gli Episodi dell'Orlando Furioso (Stanza dell'Ariosto) da Julius Schnorr von Carolsfeld (1822-27), gli Episodi della Gerusalemme Liberata (Stanza del Tasso) da Johann Friederich Overbeck (1819-27) e le Scene del Paradiso, Inferno e Purgatorio (Stanza di Dante) da Joseph Anton Koch (1825-28) aiutato nelle ghirlande da Franz Horny e con sulla volta l'Allegoria del Paradiso avviata prima da Philip Veit (1818-24).

L'appuntamento con la guida turistica Paola davanti l'ingresso della villa in via Boiardo 16 è giovedì 19 alle ore 10 e alle ore 16; domenica 22 alle ore 10.

Costo della guida: adulti 8 euro; minorenni 5 euro; 1-6 anni gratis. 

L'ingresso alla villa e alle sale affrescate è gratuito. 

Si raccomanda prenotazione ai numeri 3280022029 o 3202251654.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Visite guidate