Da una testimonianza diretta di Augusto Tognetti

Lo spettacolo è stato rinviato al 20-25  febbraio, causa infortunio e si terrà sempre al teatro Tordinona.

Lo spettacolo travalica le vicende personali di un soldato travolto dagli eventi tragici di quegli anni: l'intento è di affrontare il tema della guerra da un punto di vista più ampio, antropologico e universale. Per andare ancora più a fondo e oltre il fatto storico, la vicenda viene allargata a tre personaggi: tre ventenni tra i quali lo stesso Augusto, costretti a partire per il fronte portando con sé tutta la loro vitalità, la loro gioia di stare al mondo, la loro amicizia, la spensieratezza di chi vuole credere che la vita sia un dono troppo grande e meraviglioso per poterlo perdere in una guerra folle. Lo spettacolo si basa sulla testimonianza diretta di Augusto Tognetti nonno della regista, Isabella Perego: dapprima inviato forzatamente dal regime fascista in Russia per combattere nella Seconda Guerra Mondiale

Note di regia:

"I valori della vita e della giovinezza, nella fragilità che emerge dall'incontro tra un ragazzino e la guerra, trasformeranno ogni orrore subìto in bisogno di vivere, come una piccola fiamma che, nonostante tutto, continua a brillare, tra la neve che copre ogni cosa, nel freddo, nella solitudine dell'abbandono, in un destino che dopotutto non era già segnato."

Compagnia Punto Teatro Studio

Spettacolo Vincitore di Urgenze 2017

Premiato con Menzione speciale al Festival Young Station 2015

Nominato tra migliori spettacoli di Milano della stagione 2016/2017 secondo la redazione di MilanoTeatri

scritto da Davide Del Grosso

regia di Isabella Perego

con Davide Del Grosso, Francesco Errico, Andrea Lietti


Parteciperai? Commenta ()

Banner La Taverna dei Corsari