Visita ad una delle più antiche chiese della città

La basilica di San Crisogono nel rione Trastevere è una delle più antiche chiese della città, menzionata come titulus Chrysogoni nell'elenco del 499. Si tratta di un tipico esempio di stratificazione storica, poiché al di sotto dell'attuale edificio sorge la chiesa più antica del IV secolo, ristrutturata a più riprese fino al 1123, quando venne interrata definitivamente per la costruzione di una basilica più grande, eretta a un livello superiore di circa sei metri. Difatti, la chiesa inferiore soffrì continuamente le ripetute inondazioni del vicino fiume Tevere, che provocarono il progressivo innalzamento del terreno, interrando di volta in volta l'antico edificio. Per questo motivo, nel 1123, il cardinale Giovanni da Crema, titolare della basilica, fece costruire la nuova chiesa, che doveva, peraltro, simboleggiare e celebrare la fine della lotta alle investiture.
Nel 1907 fu avviata una campagna di scavo che riportò alla luce le antiche vestigia della basilica inferiore con un prezioso ciclo di affreschi datato all'XI secolo, legato al contesto benedettino. La visita guidata metterà in luce proprio il rapporto tra il complesso di San Crisogono e l'influenza della riforma benedettina (i cui modelli erano l'abbazia di Montecassino e la basilica di San Paolo fuori le mura, capisaldi dell'ordine), riscontrabile anche nell'architettura della chiesa superiore. Tuttavia, quest'ultimo edificio venne pesantemente ristrutturato in chiave barocca nel 1626 per volere del cardinale Scipione Borghese, il cui nome campeggia sulla fronte del portico e i cui emblemi araldici si ripetono ovunque. Infine, all'interno della chiesa superiore sono ancora conservati la famosa tavola musiva con la Vergine e il Bambino tra i santi Crisogono e Giacomo, forse opera di Pietro Cavallini o della sua bottega, e lo splendido pavimento cosmatesco.


Hai partecipato? Commenta ()

Banner La Taverna dei Corsari