Mostre, Nulla va perduto. L’esperienza di Pavel Florenskij



Nulla va perduto

Dal 14 al 22 marzo 2013, presso l’Università Tor Vergata sarà esposta la mostra itinerante “Nulla va perduto. L’esperienza di Pavel Florenskij”, che presenta la vita e il percorso umano e di studi del grande scienziato e filosofo russo.

Pavel Florenskij, uno dei personaggi più poliedrici e significativi della storia contemporanea: scienziato, filosofo, teologo e critico d’arte russo, morto in un gulag sovietico nel 1937, ha offerto un importante contributo ad ognuno dei campi di studio da lui esplorati e una grande testimonianza umana.
Il 14 marzo 2013 alle ore 15:00, nell’Aula Moscati dell’Edificio di Lettere e Filosofia dell’Università Tor Vergata di Roma, sarà presentata la mostra "Nulla va perduto. L'esperienza di Pavel Florenskij", che resterà esposta fino al 22 marzo 2013 nello spazio dell’ateneo. Già presentata all’Università Cattolica di Milano e all’Università Statale di Padova, l’esposizione verrà introdotta da uno dei più grandi esperti di Florenskij, Lubomír Žák, curatore della mostra e professore di Storia della Teologia alla Pontificia Università Lateranense. Interverranno inoltre: Yvonne zu Dohna, professoressa di Storia dell’Arte alla Pontificia Università Gregoriana; Giuseppe Malafronte, studioso ed esperto di P. Florenskij, organizzatore di numerosi convegni ed eventi sulla figura del pensatore russo in Italia.



Hai partecipato? Lascia un commento ()


Banner La Taverna dei Corsari