Cinema, storia e … la Resistenza

Una data importante per la memoria e per l'identità collettiva del nostro paese che la Casa della Memoria e della Storia propone di ricordare con una rassegna di film e documentari per mantenere viva e vigile la memoria storica e la riflessione civile e per rendere omaggio, ancora una volta, a quanti hanno contribuito alla Liberazione dal nazi-fascismo consegnandoci l'Italia democratica.

Il programma della rassegna prevede l'alternarsi di film d'autore - Tutti a casadiLuigi Comencini, Le quattro giornate di Napoli di Nanni Loy e L'uomo che verrà di Giorgio Diritti - sulle storiche giornate del settembre 1943 e documentari che ricostruiscono, con materiali di repertorio, d'archivio e testimonianze personali, vicende significative di quel drammatico periodo.

L'iniziativa è a cura dell'Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale - Dipartimento Cultura - in collaborazione con ANPI, Circolo Gianni Bosio e IRSIFAR.
giovedì 19 settembre

Proiezione del documentario

VIA TASSO di Luigi Di Gianni (1960, 15')

La triste vicenda di Via Tasso a Roma ricostruita con materiale di repertorio e con la visita, 15 anni dopo la fine della guerra, alla sede nazista dell'"SS Kommandantur", il "palazzone" da cui Kappler coordinava tutte le azioni contro i partigiani e dove, nell'ala numero 155, si trovavano le carceri e le celle di tortura nelle quali furono straziate e uccise centinaia di persone.

e del film

TUTTI A CASA diLuigi Comencini (1960, 117')

La drammaticità dell'8 settembre 1943 e dei mesi che seguirono raccontata attraverso le vicende di un gruppo di soldati che attraversano l'Italia da nord a sud per tornare alle loro case. Commedia e tragedia si intrecciano nell'affresco storico di un paese devastato ma soprattutto nella parabola umana dei protagonisti.

Introduce Annabella Gioia, IRSIFAR
venerdì 20 settembre

Proiezione del documentario

UN POPOLO PER LA LIBERTÀ di Sebastiano Rendina (1995, 38')

Dedicato alla Resistenza in Italia, il documentario ricostruisce, anche attraverso materiali d'archivio, la nascita delle dittature nazista e fascista, lo svolgersi del conflitto mondiale, l'occupazione nazifascista, la lotta di Liberazione e infine l'affermarsi della democrazia nel nostro paese.

e del film

LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI di Nanni Loy (1962, 116')

Una narrazione corale, una cronaca obiettiva e commovente delle giornate del settembre 1943 nelle quali il popolo napoletano, senza guida né tattiche preordinate, si trova unito a combattere una battaglia improvvisata e tragica riuscendo a liberare la città dai nazisti prima dell'arrivo delle truppe alleate.

Introduce Ernesto Nassi, ANPI
sabato 21 settembre

Proiezione del documentario

SENZA TREGUA di Marco Pozzi (2003, 35')

Giovanni e Nori sono sposati da quasi sessant'anni: la loro storia d'amore nasce durante la lotta di Liberazione e li vede entrambi membri dei GAP. Una straordinaria esperienza di vita vissuta, tra sentimento e impegno, alla ricerca della libertà è raccontata in prima persona dai due protagonisti.

La loro microstoria si intreccia con la Storia ed è testimonianza per i più giovani di un "eroica umanità".

e del film

L'UOMO CHE VERRÀ di Giorgio Diritti (2009, 117')

La guerra narrata dalla parte di alcuni contadini di Montesole, sull'Appennino emiliano, tra loro la piccola Martina di otto anni che vive nell'attesa della nascita del fratellino. Mentre la guerra si avvicina e la vita diventa sempre più difficile, stretti fra le brigate partigiane del comandante Lupo e l'avanzare dei nazisti, i personaggi si ritrovano al centro degli eventi che passeranno alla storia come la strage di Marzabotto.

Introduce Rino Arbia, Circolo Gianni Bosio

  • Dal 19/09/2013 al 21/09/2013
  • Rassegne
  • In città
  • 5 condivisioni

Hai partecipato? Commenta ()

Banner La Taverna dei Corsari